Sistema Osteoarticolare

Sistema Osteoarticolare

L’apparato osteoarticolare rappresenta la struttura portante del corpo umano ed è formato da un complesso sistema di muscoli, ossa e articolazioni.

Con l’avanzare dell’età si manifestano più frequentemente disturbi a questo livello. Da una parte si ha un progressivo impoverimento della densità ossea (osteoporosi), dall’altra una continua degenerazione dei tessuti a livello articolare e muscolare.

I problemi articolari non sono però prerogativa solo degli anziani, ma sono frequenti anche negli sportivi e negli individui che conducono una vita sana e attiva. Infiammazioni, traumi, distorsioni possono capitare a chiunque e i comuni antinfiammatori hanno diversi effetti collaterali e sono spesso poco tollerati a livello gastro intestinale.

Come fare per mantenere al meglio il nostro sistema articolare?

Alcuni accorgimenti sono fondamentali e dovrebbero diventare delle abitudini consolidate fin da giovani. Un’ alimentazione sana e mirata al mantenimento di un giusto peso corporeo, un’attività fisica regolare e adeguata alle stagioni della vita, dedicare ogni giorno dei momenti all’aria aperta a contatto con la natura sono solo degli esempi.

Vediamo un po’ più in dettaglio come affrontare alcune situazioni che possono presentarsi e come prevenire alcuni disturbi.

INFIAMMAZIONI ARTICOLARI

Le infiammazioni muscolari e articolari sono molto frequenti. Possono essere dovute a posture sbagliate, sforzi fisici elevati, traumi e a molte altre cause.

In tutti i casi di dolore, sia acuto che cronico, alla base c’è un’infiammazione. La prima cosa da fare è ridurre la flogosi. Un integratore che da anni ormai utilizzo con ottimi risultati è frutto di un brevetto mondiale, uno speciale complesso di lipidi marini a base di Perna Canaliculus ad elevato contenuto di omega 3 con una spiccata attività antinfiammatoria.

FL_ArtiglioDiavolo

Una pianta che viene utilizzata da secoli nella medicina popolare africana è l’Artiglio del diavolo le cui radici secondarie sono ricche di arpagoside, principio attivo ad attività antinfiammatoria e analgesica. L'artiglio del diavolo si è rivelato particolarmente efficace in caso di tendinite, osteoatrite, mal di schiena e dolori cervicali.

FL_Boswella

Un altro rimedio che coadiuva la funzionalità articolare è la Boswellia, in particolare la varietà Serrata che è originale dell’India e da sempre introdotta nella medicina ayurvedica. Dalla corteccia si estrae la resina, da noi più conosciuta come incenso, che è in grado di contrastare stati di tensione localizzati.

FL_CurcumaPolifFL_CurcuminC3

Anche la Curcuma, nota per la sua attività antiossidante e per la sua capacità depurativa a livello epatico, ha una azione coadiuvante a livello articolare. Il problema della curcumina, attivo della curcuma, è la sua difficoltà ad essere assorbita. Per questo ho utilizzato una forma brevettata di curcumina complessata con fosfolipidi ad elevato assorbimento, e la sua peculiarità a livello delle ossa e delle articolazioni consiste nell’interruzione dei segnali di risposta infiammatoria e nell’aumentare i livelli di antiossidanti.

Utilizzavo questi rimedi singolarmente, ma l’esperienza mi ha portato a formulare anche dei prodotti che contenessero insieme queste sostanze, sia per una maggiore facilità di assunzione da chi ha il problema, sia perché mi piace molto la sinergia che si crea tra alcune piante.

Ho messo insieme le migliori referenze sul mercato delle materie prime di artiglio del diavolo, curcuma e boswellia. Sia la curcuma che la boswellia sono estratti brevettati complessati con fosfolipidi in modo da aumentarne di molto l’assorbimento e, di conseguenza, l’efficacia. L’artiglio del diavolo che ho utilizzato è un estratto con un’alta titolazione di arpagoside, addirittura al 20%. Questi migliorano la funzionalità articolare, riducono stati di tensione localizzati e i riscontri in caso di dolori articolari e mal di schiena sono stati oltre le mie aspettative.

Esistono dei rimedi omeopatici indicati per infiammazioni articolari, traumi e tendiniti. A seconda delle diverse modalità di insorgenza e miglioramento dei sintomi potranno essere indicati rimedi a base di Arnica, Bryonia, Hypericum perforatum, Apis, Ruta, Symphitum, Ledum Palustre, Rhus Toxicodendron.

 Alcuni alimenti grazie alla loro attività antiossidante possono contribuire a migliorare lo stato infiammatorio, ad esempio i frutti di bosco, ma anche le cipolle che contengono quercetina o alimenti che contengono polifenoli come il tè verde. Limitare il consumo di carne e proteine animali e aumentare l’assunzione di “grassi buoni” contenuti in olio extravergine di oliva, avocado e semi oleosi abbassa lo stato infiammatorio dell’organismo.

 

OSTEOPOROSI

L’osteoporosi è un processo in cui lo scheletro presenta una diminuzione di massa ossea e un deterioramento della microarchitettura del tessuto osseo dovuto ad una perdita di minerali, in particolare di Calcio, che espone ad un maggiore rischio di fratture.

I fattori di rischio sono il sesso femminile, in particolare dopo la menopausa per la carenza di estrogeni, l’età, l’attività sedentaria, il fumo, il consumo di alcolici. L’osteoporosi può anche essere secondaria all’assunzione di alcuni farmaci quali cortisone, Sali di litio, anticoagulanti e in questo caso è indipendente dall’età e dal sesso.

Come possiamo prevenire, o almeno rallentare, questo fisiologico depauperamento della nostra densità ossea? I fattori che intervengono nel processo di rimodellamento osseo sono diversi e coinvolgono calcio, magnesio, vitamina D, vitamina K e silicio. La base come sempre è l’alimentazione che non deve mirare ad un aumentato apporto di calcio come si potrebbe pensare, ma ad introdurre alimenti, in particolare frutta e verdura, che ne promuovano la fissazione a livello osseo. Per quel che riguarda l’attività fisica l’OMS raccomanda come prevenzione almeno trenta minuti di camminata al giorno all’aria aperta.

FL_Dolomite

La dolomite è una roccia minerale che contiene calcio e magnesio. Perché è importante assumere calcio insieme al magnesio? Per diversi motivi. Innanzitutto si ha un migliore assorbimento del calcio se assunto insieme al magnesio. Inoltre è importante che il calcio venga veicolato verso le ossa e non nei reni dove può portare alla formazione di calcoli o, peggio ancora, a livello delle arterie dove può andare ad indurire i vasi. La natura non fa niente per caso e questa roccia ha minerali nelle giuste proporzioni perché l’organismo indirizzi il calcio a depositarsi proprio nelle ossa.

FL_Maximagnesio

È il magnesio, infatti, che consente alle ossa di assorbire il calcio e molte delle vitamine necessarie per mantenersi in buona salute. Prima tra tutte la vitamina D, che ha proprio la funzione di trattenere il calcio nell'organismo. Il ruolo della vitamina D nell'assorbimento di calcio è noto da tempo, ma per rendere attiva questa sostanza, è necessario il contemporaneo apporto di magnesio.

FL_olioFegatoMerluzzo

La Vitamina K2 gioca un ruolo fondamentale nell’omeostasi del calcio. Ad oggi, è infatti noto che la funzione principale della Vitamina K è quella di non consentire al calcio di depositarsi in modo eccessivo nelle arterie e nei tessuti molli e di depositarsi, al contrario, a livello osseo. In particolare troviamo la vitamina k in ortaggi a foglia verde (come spinaci, broccoli, asparagi, crescione, cavoli, cavolfiore, piselli), fagioli, olive, cereali e soia.

 

Anche il Silicio organico, di cui sono particolarmente ricche l’equiseto e l’alga lithothamnium, è necessario per la formazione e il mantenimento della pelle, capelli, tendini, vasi e tutto l’apparato osteo-articolare. Alcuni studi hanno mostrato come l’integrazione di silicio possa favorire la crescita di ossa e cartilagini e come sia utile nella ricalcificazione delle ossa visto che una carenza di silicio provoca una carenza di calcio. Il silicio non deve essere però puro minerale ma deve essere in forma organica come si trova in alcuni alimenti come asparagi, cavoli, cetrioli, tarassaco, lattuga, olive, cipolle, riso e orzo integrali.

 

Esiste anche un particolare tipo di condroitina estratta dal calamaro gigante con una conformazione chimica tale da renderla più attiva rispetto ad altre condroitine estratte da altre fonti. Studi scientifici hanno dimostrato che questo estratto aumenta la riproduzione degli osteoblasti (cellule dell’osso) e la sintesi di collagene ed osteocalcina promuovendo salute di ossa e articolazioni.

Alcuni rimedi omeopatici a base di Apatit e Conchae vengono utilizzati dalla medicina antroposofica per prevenire e rallentare il processo dell’osteoporosi.

Non tutti sanno che esistono ottime fonti vegetali di calcio che vengono assorbite meglio dei latticini senza dare origine a fenomeni di acidificazione dell’organismo che a loro volta provocano sottrazione di calcio dalle ossa. I semi di sesamo ne sono molto ricchi, ma anche i semi di chia, la quinoa, i broccoli, le mandorle, i semi di lino sono ottime fonti di calcio.

BENESSERE CARTILAGINI E ARTICOLAZIONI

L'artrosi è una patologia cronica di tipo degenerativo che porta alla progressiva perdita delle normali componenti anatomiche che formano le articolazioni. E’ caratterizzata dalla perdita della cartilagine articolare, che viene sostituita da nuovo tessuto osseo. Questo provoca dolore ed una limitazione nei movimenti. Le articolazioni più frequentemente interessate dall'artrosi sono: la colonna vertebrale, l'anca, il ginocchio, le dita delle mani e dei piedi.

FL_Bio_Collagene

Il collagene è la più importante proteina strutturale di pelle, membrane, denti, ossa, tendini e cartilagini. le fibre di collagene sono il principale costituente del tessuto connettivo, che svolge un’azione di protezione e sostegno dei tessuti molli. Essenziale per la funzionalità e la stabilità del collagene è la presenza di vitamina C che permette la formazione di legami trasversali tra le fibre che lo compongono.

 

Le cartilagini sono costituite, oltre che da collagene, anche da glucosammina e da condroitina solfato che sono polisaccaridi ad alto peso molecolare. La glucosammina è in grado di ridurre l’infiammazione a livello articolare, mentre la condroitina contribuisce all’elasticità della cartilagine inibendone la degradazione da parte degli enzimi elastasi e ialuronidasi. Condroitina e glucosamina sono infatti sostanze naturalmente presenti nell'organismo, che rinforzano la cartilagine, aiutandola a trattenere acqua e proteggendola dal logorio. Secondo alcuni studi, l'assunzione regolare di queste sostanze potrebbe addirittura stimolare la cartilagine danneggiata ad autoripararsi.

fl_skinhairfl_skinrenovation

Anche l’idratazione rappresenta un fattore fondamentale per mantenere funzionalità ed elasticità di muscoli, tendini e legamenti. L’acido ialuronico è un componente fondamentale del tessuto connettivo e ne garantisce viscosità e turgidità. L’acido ialuronico inoltre agisce come lubrificante nelle articolazioni prevenendo i danneggiamenti dei tessuti dovuti agli stress fisici.

Il problema di questa molecola è la difficoltà’ di assorbimento a livello intestinale dovuto alle elevate dimensioni in cui tende ad impacchettarsi. E’ importante utilizzare acido ialuronico a basso peso molecolare che possa entrare nell’organismo e raggiungere i distretti in cui è necessario. In particolare ne esiste uno, coperto da un brevetto giapponese, che è proprio dotato di queste caratteristiche.

Bisogna assumere un adeguato apporto d’acqua tenendo conto che nell’anziano il senso della sete è meno sviluppato e sopraggiunge solo quando l’organismo è già disidratato. Fondamentale in questo senso è anche consumo di almeno cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura.

Rimedi omeopatici per l’artrosi possono essere a base di Bryonia, Hypericum, Dulcamara, Kali carbonicum e Rhus Toxicondendron.


Numero risultati per pagina
Ordina per

Farmacia Legnani ARTROBEN 60TAV

23,90 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani ARTIGLIO DIAVOLO 60CPR

12,90 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani BOSWELLIA 60CPR

18,90 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani Bio Collagene 60 CPR

31,00 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani CARTINOVA 60PRL

21,50 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani CURCUMIN C3 90CPS

25,90 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani CART LIFE 60 CPR

29,80 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani CURCUMA FOSFOLIPIDI 500 60CPS

26,90 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani COLLAGENE MARINO 60TAV

24,95 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani DOLOMITE 100TAV

12,95 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani FEGATO MERLUZZO 60PRL

13,90 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani LYPRINOL 120PERLE

50,00 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani LYPRINOL 60PRL

24,50 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani LENIDOL FORTE 30CPR

26,90 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani MAXI MAGNESIO 60CPR

12,95 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani NUTREX SQUALOCAL 80TAV

23,90 *
Scorte disponibili

Farmacia Legnani SKIN RENOVATION 60PRL

23,80 *
Scorte disponibili
* Prezzi comprensivi di IVA più spedizione